SCIENZA PROBIOTICA

 
PROBIOTICA
I probiotici (da probios: a favore della vita) sono i microorganismi, prevalentemente batteri, che vivono nel nostro organismo.
 
La scienza (Probiotica) che se ne occupa sistematicamente è relativamente giovane (30 anni circa) e ha concentrato prevalentemente l'attenzione sui probiotici che popolano il nostro intestino e con cui conviviamo, scambiandoci “favori” da sempre.
 
Per comprendere appieno l'importanza di questa collaborazione dobbiamo parlare un pò di numeri:
il peso totale dei probiotici intestinali varia da 2,5 kg a 3kg, un vero e proprio organo!
nel corpo umano ci sono 30 mila miliardi di cellule umane contro 39 mila miliardi di batteri 
 
L' origine di questa coesistenza nasce da un reciproco aiuto: loro nel nostro intestino trovano il cibo per sopravvivere espletando secondo la legge dello scambio funzioni importanti quali:
 
INIBIZIONE CRESCITA BATTERI PATOGENI
ASSORBIMENTO NUTRIENTI E MINERALI
STIMOLAZIONE/EDUCAZIONE DEL SISTEMA IMMUNITARIO
NUTRIMENTO CELLULE INTESTINALI
SINTESI DI VITAMINE QUALI K, B1, B6, FOLATI,
SINTESI FOLATI, ARGININA, GLUTATIONE (per la detossificazione del fegato)
FACILITANO LA FUNZIONALITÀ INTESTINALE
AZIONE ANTITUMORALE
L'importanza del benessere dell'apparato digerente per il mantenimento di uno stato di salute è ormai un dato di fatto. Meno conosciuta è l'importanza di avere la corretta composizione dei probiotici nell'intestino intendendo per corretta composizione quell’equilibrio tra popolazioni batteriche e organismo umano che si è evoluto nel corso della storia dell'essere umano, quindi milioni di anni.
 
La scienza probiotica ha proprio il compito di conoscere i probiotici, di studiare come il probiotico aderisce alla parete intestinale, si distribuisce nelle varie parti dell'intestino, qual è il suo metabolismo, che rapporto ha con le altre colonie batteriche, quali sostanze produce, come si relaziona con le cellule enteriche, le cellule nervose e immunitarie dell'intestino. Da questa conoscenza nascono gli integratori probiotici che devono rispettare questi criteri ad esempio i probiotici assunti a stomaco pieno trovano un’ idratazione e un ph che rivitalizza il batterio meglio rispetto allo stomaco vuoto in modo particolare se parliamo dei bifidi…
 
Uno slancio in avanti si è avuto nella ricerca grazie ai test di genetica che permottono di individuare i ceppi batterici presenti nell'intestino e verificare l'evenuale disequilibrio (disbiosi) 
 
Una nuova frontiera dello studio dei probiotici (psicobioma) sta verificando come questa colonizzazione batterica posso influenzare la comunicazione tra intestino e cervello e essere (cor-) responsabile di certi comportamenti, abitudini sociali e stati di umore che l'individuo manifesta nel corso della sua quotidianità.
 
Una coesistenza, quella con i probiotici, inevitabile, che con i corretti stili di vita alimentari e psicoemozionali e la corretta integrazione possiamo volgere a sostegno e  al mantenimento della salute e del benessere a 360°.
 
                                                                                            
Dott.ssa Flaviana Betti

CENTRO DI RICERCA KY DI LUCA BENELLI 
Via Chiaramonti, 12 (interno 7) - 47521 CESENA (FC) tel. 329 3731012 - www.centrodiricercaky.it
C.F BNLLCU71B16I304H - P. IVA 03408570400
facebook-centro-ky-anews-centro-di-ricerca-ky

Questo sito utilizza unicamente cookie per migliorare la vostra esperienza navigazione sul sito. Per informazioni sui cookie che utilizziamo e come eliminarli, leggi la nostra politica sulla privacy.

Se continui la tua navigazione di questo sito, significa che stai accettando i cookies in esso contenuti.