MICOTERAPIA E MICOTERAPIA SPAGIRICA

 
MICOTERAPIA
I funghi sono una preziosa risorsa.
Preziosa è la loro storia, prezioso è il ruolo per l'equilibrio dell'ecosistema e soprattutto prezioso il loro apporto al benessere dell'uomo.
Appartengono a un regno di mezzo, non sono vegetali né animali ,né minerali, ma una sintesi potente.
Sarà forse questo il motivo per cui in natura ci sono poche materie così ricche di biomolecole che sono cadute sotto l'analisi farmacologica.
 
Il fungo è un laboratorio sofisticato dove le sostanze raccolte dal vegetale o dal terreno in cui cresce sono accumulati, manipolati e resi disponibili per molti scopi. Si può dire che praticamente tutti i funghi hanno proprietà immunomodulanti grazie alla presenza dei polisaccaridi, betaglucani, e proprietà chelanti, utile quindi per processi detossificanti mirati. Oltre a queste proprietà ogni fungo ha l'indicazione dominante ad esempio il poliyporus è particolarmente indicato nel ristagno dei liquidi e linfa, in caso di difficoltà urinarie e nefrite pur mantenendo l'attività immunomodulante. Ma perché questi funghi sarebbero importanti? Ormai se ne parla tanto, ma cosa li rende così speciali? La caratteristica fondamentale è che hanno un contenuto di sostanze attive che non ritroviamo sia qualitativamente che quantitativamente nelle piante. Questo conferisce al fungo la capacità di poter agire in maniera molto profonda soprattutto per quanto riguarda i processi legati all'infiammazione, alla cronicizzazione e in tutti quei casi dove con le piante facciamo fatica.
 
I funghi si possono trovare sotto forma di polveri estratto secco e estratti acquoso.
 
Le polveri considerando la natura di certi funghi che possono essere coriacei come pietre (anche se polverizzati la materia rimane la medesima) a volte possono risultare di difficile digestione, mentre l'estratto secco che è prevalentemente un estratto acquoso, presenta i principi che si sciolgono in acqua quindi ne risulta un prodotto incompleto in quanto per quante estrazioni si possono fare alcuni principi si perdono.
 
Da qui lo studio sulla MICOTERAPIA IN PREPARAZIONE SPAGIRICA in cui la multiestrazione con più solventi tira via dal fungo tutto quello che ha di importante dal punto di vista terapeutico polisaccaridi, triterpeni e altro ancora. 
La spagiria è uno tra gli innumerevoli approcci alla preparazione delle piante e di funghi officinali che l'essere umano abbia mai elaborato. È una tradizione secolare che si traduce in una pratica di laboratorio precisa e sapiente. Obiettivo della spagiria è estrarre tutto il codice della pianta o del fungo dalla matrice per ottenere un rimedio che oltre i principi attivi fitoterapici, manifesti il grado di organizzazione che esprime in natura      e sviluppi, dopo la purificazione che il metodo prevede, nuove proprietà, virtù che entrano in modo più completo in coerenza con l’organismo umano.
Nello specifico della micoterapia la preparazione spagirica ovvia i problemi della digestione, della perdita di principi attivi del pericolo di presenza di metalli pesanti e inquinanti che il fungo raccoglie dal terreno in cui cresce e acquisisce    proprietà nuove che sono state evidenziate con la tecnica cristallografica da laboratori specializzati.
 
IL CASO DEL GANODERMA in preparato spagiricio
Cristallizzando il Ganoderma in preparazione spagirica per esempio è venuto fuori un reticolo cristallino a forma di nido d'ape.
Facendo la stessa identica ricerca su un prodotto a base sempre di Ganoderma non lavorato spagiricamente la cristallizzazione non è venuta fuori.
Quindi è segno che nell'ambito della preparazione spagirica vengono amplificate determinate proprietà che il fungo ha già intrinsecamente ma che se non preparato correttamente non manifesta. Quest'immagine cristallografica è importante perché evidenzia che il fungo ha una capacità auto organizzante che  la preparazione spagirica è perfettamente in grado di manifestare.
Sapendo che il ganoderma è un uno immunomodulante, questa organizzazione strutturale lo rende ( come preparato spagirico) particolarmente indicato in tutti quei casi dove il sistema immunitario ha bisogno di essere riorganizzato.
                                                                                            
Dott.ssa Flaviana Betti

CENTRO DI RICERCA KY DI LUCA BENELLI 
Via Chiaramonti, 12 (interno 7) - 47521 CESENA (FC) tel. 329 3731012 - www.centrodiricercaky.it
C.F BNLLCU71B16I304H - P. IVA 03408570400
facebook-centro-ky-anews-centro-di-ricerca-ky

Questo sito utilizza unicamente cookie per migliorare la vostra esperienza navigazione sul sito. Per informazioni sui cookie che utilizziamo e come eliminarli, leggi la nostra politica sulla privacy.

Se continui la tua navigazione di questo sito, significa che stai accettando i cookies in esso contenuti.